domenica 3 giugno 2018

Page 99 #15 - Il segno della croce

Page 99 #15

Buongiorno!

Bentrovati con un nuovo mese ed un nuovo appuntamento con la rubrica Page 99! In occasione dell'uscita il 18 giugno del nuovo libro del mio autore preferito, Glenn Cooper, I figli di Dio, oggi vi propongo la pagina 99 tratta dal primo libro della saga su Carl Donovan, Il segno della croce.
Ma chi poteva biasimarlo per quella crepa nella sua fede? Cosa avevano realizzato dai loro giorni di gloria all'estremo Sud del mondo? Che piacere potevano trarre dal non avere niente di nuovo da segnalare, anno dopo anno? Nessuno di loro aveva bisogno di un altro club esclusivo tantomeno di uno segreto e che minacciasse l'esistenza che avevano costruito.
L'assistente bussò alla porta. «Herr Schneider, il suo appuntamento delle due, Jürgen Besemer, è arrivato.»
Nel dossier sul giovane, Lambert aveva detto che era piuttosto basso di statura, eppure vedendolo accanto a Gerhardt Hufnagel trattenne a fatica una risata. Sebbene minuto, il ragazzo aveva un aspetto raffinato con un impeccabile abito blu e un taglio di capelli ben curato. Il confronto con Gerhardt era impietoso. Per cominciare, avrebbe volentieri fatto sparire quella ridicola pettinatura, insieme con le magliette da palestrato, tanto aderenti da sembrargli dipinte addosso con la vernice spray. E, se fosse stato possibile, gli avrebbe anche regalato una manciata di punti QI. Gerhardt non era stupido, ma a livello intellettuale non regeva certo il confronto col banchiere, con gli analisti e co gli avvocati che Schneider aveva scelto come collaboratori nel corso degli anni. E infatti lui non lo aveva scelto. Aveva fatto una promessa solenne e, nonostante la contrarietà della moglie, aveva cresciuto il figlio di Oskar Hufnagel come fosse suo.
Tornato dall'Antartide, Schneider aveva rintracciato la graziosa ragazza di Oskar e le aveva consegnato del denaro. Gerhardt aveva vissuto con la madre fino ai diciotto anni, poi era entrato nell'orbita diretta de suo ricco protettore. La moglie di Schneider si era dovuta adattare; lei non era riuscita a dargli un figlio - lui invece era sicuro di essere fertile, considerato il numero di aborti che aveva pagato alle sue amanti nel corso degli anni -, quindi il prezzo che la donna aveva dovuto pagare era stato quello di far entrare nella loro vita il rozzo Gerhart.

Per aggiungere questo libro su Goodreads cliccate qui.

Avete mai letto qualche romanzo di Glenn Cooper? Cosa ne pensate?

Buona domenica e alla prossima!
Athena

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...