lunedì 8 febbraio 2016

8 febbraio 2016 - Non ce la farò


Buona sera,

Oggi la giornata è iniziata malissimo. Appena ho aperto gli occhi ho iniziato a pensare che non ce la farò mai, che non prenderò mai il diploma e farò una vita da fallita. È stata una mattina abbastanza tosta, preceduta da un weekend non molto sereno.
La mia gatta, settimana scorsa, si è ammalata. Si pensava fosse cistite, me nonostante abbia iniziato a prendere l'antibiotico, continuava a stare male e a non mangiare. Quindi abbiamo iniziato a portarla ogni giorno dal veterinario per fare una flebo. Preoccupazioni su preoccupazioni. In più, sabato sera, sono dovuta andare ad uno spettacolo teatrale in cui recitava mia sorella. L'ansia a mille. C'erano molti amici di papà e c'era la possibilità di incontrare delle persone che conoscevo della vecchia scuola. Ovviamente non volevo più andarci, ma dopo un'ora di preghiere del mio migliore amico, sono andata. Non è stato cosi terrificante come pensavo e sono riuscita ad evitare, tranne per un saluto da lontano, una conoscente. Dopo lo spettacolo sono andata in pizzeria con il mio migliore amico, papà e i suoi amici perché c'era anche mia zia che abita lontano e volevo stare un po' con lei. C'è stato un solo momento critico, ma sono riuscita a cavarmela abbastanza.
Oggi ne ho parlato alla psicoterapeuta e abbiamo analizzato il diario che mi ha fatto iniziare lunedì scorso. Mi ha dato come compito di aggiungere una colonna accanto ai pensieri associati, quella dei pensieri razionali/funzionali. Abbiamo anche parlato dell'evitamento, fenomeno caratterizzante dell'ansia, che consiste nell'evitare tutte quelle situazioni che la provocano, e dovrò esercitarmi nel "non evitare". A piccoli passi. Ho pensato che come primo approccio potrei andare in biblioteca, ovviamente con il mio migliore amico, e tentare di chiedere io al bibliotecario i libri che mi servono e di farmi la tessera.
Comunque, non so se la mia visione negativa è mutata. Da una parte no, dall'altra c'è un piccolissima briciola della lottatrice che ero un tempo che non vuole mollare, non si vuole rassegnare.
È una tortura, tutto. Spero che la settimana migliori un po' e spero che voi abbiate avuto un inizio settimana migliore.


Buona serata,
Athena

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...